Loading...

Creare una strategia SEO per e-commerce: le 9 regole da seguire

Home / News / Creare una strategia SEO per e-commerce: le 9 regole da seguire

Creare una strategia SEO per e-commerce: le 9 regole da seguire

Oggi vi spiegheremo quali sono le regole fondamentali per la creazione di una strategia SEO per e-commerce, una materia imprescindibile per aumentare le proprie vendite online. Dopo avervi spiegato nella precedente guida come creare una strategia SEO per blog, oggi ci concentreremo dunque sugli e-shop, dei siti che hanno delle dinamiche proprie e che richiedono pertanto particolare attenzione.
Abbiamo racchiuso il tutto in 9 regole da seguire, tutte importanti al fine di avere una strategia SEO completa per il vostro e-shop.

strategia seo e-commerce

1. Mettere al centro di tutto l’esperienza utente

Questo è un tema centrale non solo per lo sviluppo di qualunque e-shop, ma conta anche ai fini della SEO.
Alcuni degli aspetti più importanti per il valore che ha un sito agli occhi di Google, sono ad esempio il tempo di permanenza dell’utente e la frequenza di rimbalzo, ossia la percentuale di persone che una volta entrate nell’e-shop escono subito da esso anziché visitare altre pagine interne al sito.
Naturalmente è importante che gli utenti restino più tempo e che vadano via il meno possibile ma questi comportamenti dipenderanno in gran parte da due fattori: la facilità nell’utilizzare le varie funzioni dell’e-shop (consultare il carrello, registrarsi al sito, completare in pochi passaggi un acquisto, etc.), e la semplicità della grafica che deve essere chiara e funzionale.
Dal primo all’ultimo aspetto che una strategia SEO e non solo per e-commerce va a trattare, non si deve perdere di vista la user experience, o se preferite esperienza utente. Un sito che risulta troppo articolato sia graficamente sia nelle sue funzioni provoca un altissimo tasso di abbandono che può incidere sul suo posizionamento nei motori di ricerca.

2. Tre accorgimenti indispensabili per le pagine dei singoli prodotti

Al pari dell’home page, anche le pagine dei singoli prodotti hanno un’importanza fondamentale in una strategia SEO per e-commerce.
Qui di seguito vi riportiamo alcuni accorgimenti indispensabili che aiutano a posizionare le pagine dei prodotti di un e-shop in alto su Google e sui motori di ricerca:

  • Personalizzare le descrizioni dei singoli prodotti
  • Recensioni degli utenti
  • Ottimizzare foto e video nelle schede dei prodotti

2.1 Personalizzare le descrizioni dei singoli prodotti

E’ purtroppo un errore molto comune quello di non creare delle descrizioni personalizzate dei singoli prodotti e limitarsi a fare dei copia-incolla dalle etichette non fornendo all’utente delle spiegazioni complete sui prodotti in vendita.
Più volte ci è capitato che diversi clienti proprietari di e-shop ci contattassero perché volevano incrementare il traffico e le conversioni dei propri negozi online, e purtroppo molte volte a prima vista l’errore più palese era quello di mancanti o inaccurate descrizioni dei prodotti.
Anche in presenza di prodotti simili è sempre bene personalizzare il più possibile le descrizioni, e in caso di prodotti presi da fornitori terzi diventa una necessità al fine di evitare penalizzazioni per contenuti duplicati.

2.2 Recensioni degli utenti

Nella definizione della strategia SEO di un’e-commerce, è molto importante anche considerare le recensioni degli utenti, sia per la valenza SEO che per quella visuale.

  • SEO. Google e i vari motori di ricerca amano vedere pagine con contenuti di valore e che forniscono informazioni utili per gli utenti. Sicuramente un prodotto con molte recensioni viene ben visto sia perché fornisce maggiori informazioni rispetto a schede prodotto senza alcun feedback, e sia perché la direzione di Google negli ultimi anni è sempre più quella di dare risalto non solo alle caratteristiche dei prodotti ma anche all’utilità che tali prodotti grazie alle recensioni rilasciate dagli utenti.
  • Visuale. In una pagina web ricca di testi, l’occhio umano non può che essere maggiormente attratto dalle immagini. Se andate su Google e digitate un tipo di prodotto, tra i risultati di ricerca vi potrebbero uscire alcuni risultati con le stelline tipiche delle recensioni, sarà naturale per il vostro occhio soffermarvi un attimo a prestare attenzione a quel risultato lì.
    Una pagina che sta ad esempio in ottava posizione ma che ha delle stelline ha per certo molte più visite rispetto a una che occupa la stessa posizione ma che è senza stelline.

2.3 Foto e video nelle schede dei prodotti

L’importanza delle foto e dei video nelle pagine dei singoli prodotti è importante non solo dal punto di vista della loro presentazione (come è noto più un prodotto è presentato con foto e video di alta qualità, e più possibilità ha di essere venduto), ma anche dal punto di vista della SEO.
Nell’e-commerce una fonte di traffico inaspettata ma che può portare a ottimi risultati è infatti Google Immagini. Associare a ogni prodotto delle foto dei metadata rilevanti vi aiuterà infatti a posizionarvi sia nella versione classica di Google che in quella di Google Immagini.
Naturalmente accertatevi che il caricamento di foto e di video non interferisca eccessivamente con il tempo di caricamento della pagina perché in quel caso gli svantaggi potrebbero superare i benefici.

3. Creare delle categorie a tema stagionale

Questa è una pratica molto utile ai fini della SEO in determinati periodi dell’anno. In concomitanza delle varie ricorrenze (ad esempio Natale o Carnevale) il volume di ricerche di determinati prodotti per determinati periodi subisce infatti un’impennata.
Nella vostra strategia SEO per e-commerce provate quindi a creare un calendario annuale degli eventi e inserire i vostri prodotti in categorie ad hoc in modo da sfruttare al massimo questi picchi di traffico nei vari momenti dell’anno.

4. Ridurre i tempi di caricamento delle pagine dell’e-shop

Nella vostra strategia SEO per e-commerce dovete prestare attenzione alla rapidità nel caricamento delle pagine poiché uno dei tanti – nonché dei più importanti – fattori che determinano il posizionamento di un sito web sui motori di ricerca è la sua velocità.
Come avere un e-shop rapido? Sono diverse le misure che potete adottare, per dei consigli più approfonditi potete richiedere una consulenza SEO professionale.
Un utile consiglio ad esempio è quello di ridurre la pesantezza delle immagini. Sia chiaro, un e-shop deve avere delle foto professionali e che rappresentino in alta qualità i prodotti che si va a vendere, l’importante però è non esagerare con le dimensioni dei file. Uno stratagemma molto usato è quello anche di mettere delle immagini piccole in anteprima e di vederne una più grande solo dopo aver fatto lo zoom.

5. Aumentare la sicurezza del vostro e-shop

Anche la sicurezza dell’e-shop è molto importante nell’e-commerce e pertanto nella creazione della strategia dovete contare anche questi aspetti.
Da un po’ di tempo oramai i siti dove gli utenti lasciano i propri dati personali ed effettuano pagamenti richiedono un protocollo di sicurezza HTTPS. Se non siete ancora pagassi all’https fatelo adesso, da un lato garantirete una sicurezza maggiore ai vostri visitatori, dall’altro verrete premiati da Google.

6. Sviluppare una rete di link interni ed esterni

Le varie pagine del vostro e-shop è bene che siano collegate tra loro attraverso una rete di link interni, naturalmente a patto che i link siano pertinenti e che aggiungano valore ai contenuti delle pagine. Naturalmente evitate di cadere negli estremi: un sito senza link interni, così come delle pagine piene zeppe di link interni risultano non ottimali non solo per Google ma anche e soprattutto per i vostri visitatori.
Per quanto riguarda i link esterni che arrivano al vostro sito, la link building mantiene ancora la sua importanza sebbene fortunatamente negli ultimi anni Google abbia fatto molti passi avanti in favore dei link di qualità. A dare valore non è solamente il link in sé ma tutto ciò che porta quel link come ad esempio la provenienza da siti a tema e di valore, l’inserimento in un articolo di qualità e pertinente e che realmente fornisce informazioni utili agli utenti. Sono finiti i tempi del link in ingresso nell’articoletto da 300 parole, una buona link building richiede studi e competenze da parte di professionisti.

7. Inserire pulsanti di condivisione sui social

Certo, i social network sono un canale di branding e di vendita molto importante ed è naturale tenerli in considerazione nella realizzazione di una strategia e-commerce, qui però vogliamo illustrarli dal punto di vista della SEO.
Molti non lo sanno ma uno dei parametri che Google utilizza per determinare l’importanza di un sito è l’impatto dei segnali social (noti più propriamente con il termine inglese social signals) su una determinata pagina, come ad esempio le condivisioni che quella pagina riceve sui vari social network. Per facilitare la condivisione delle pagine e dei prodotti del vostro e-shop, non dimenticate pertanto di inserire dei pulsanti di condivisione sui social.

8. Ritagliare uno spazio di tempo dedicato al monitoraggio

In una qualsiasi strategia SEO, anche quindi per e-commerce, è importante dedicare una parte del tempo al controllo e al monitoraggio del sito al fine di evitare la presenza di errori.
Con il passare del tempo e la creazione di nuovi contenuti è infatti possibile che subentrino vari errori come pagine non trovate, link non funzionanti e tutte le altre imperfezioni che però incidono sullo status di salute – e di riflesso sul posizionamento – del vostro sito.

9. Prestare attenzione al mobile

Ultimo ma non ultimo è il mobile. Sebbene sia vero che il traffico mobile ha un tasso di conversione più basso rispetto a quello desktop, è altrettanto vero che la quota di utenti che fanno ricerche tramite mobile è in molti settori superiore rispetto a quella desktop e che il traffico proveniente dal canale mobile non può non essere trascurato.
I vantaggi nello sviluppo di una piattaforma mobile sono di due tipi:

  • Vantaggi SEO. Per chi effettua ricerche di prodotti attraverso dispositivi mobile, è risaputo da diverso tempo che Google preferisce privilegiare tra i risultati di ricerca quei siti che sono mobile-friendly.
  • Vantaggi in termini di conversione. Un utente che si ritrova a navigare da smartphone su un e-shop già impostato per mobile, sarà molto più propenso a concludere degli acquisti rispetto a uno che si trova a navigare da telefono in una versione non ottimizzata e dove dovrebbe ripetutamente zoommare e contro zoomare per ogni singola operazione.

Ora sei pronto a crearti una strategia SEO base per il tuo e-shop. Se hai bisogno di una strategia più approfondita non esitare a scriverci sui nostri social o direttamente sul nostro sito alla sezione CONTATTI MENFORD.